omogen_350Quando nel 2013 organizzammo la mostra Famiglie, due assessori alla cultura, Massimo Mezzetti in Regione Emilia Romagna e Alberto Ronchi al Comune di Bologna, appoggiarono la nostra idea di mostrare i più bei libri per bambini che raccontavano le famiglie contemporanee.
Nel nostro intendimento la mostra, e in special modo il catalogo bibliografico (libri provenienti da diversi paesi) sarebbero stati utili a biblioteche pubbliche e private e a scuole per accogliere storie di bambini che hanno due mamme o due babbi. Un atto dovuto, un tema fra i tanti, affrontato con la consueta disposizione d’animo: ricerca attenta, selezione in base alla qualità, delle storie e delle figure.
Nel libro si parla anche di questo. Molte persone lo hanno letto, ho incontrato tante insegnanti, tanti genitori, mai nessuno ha sollevato obiezioni. La reazione del Sindaco di Venezia e tutto ciò che ha suscitato durante l’estate mi sembra solo una gran perdita di tempo. Oggi anche Papa Francesco si mette in scena e dice all’ editrice del libro di Altan di andare avanti…
Ma se avesse fatto un’ enciclica per aprire una biblioteca in ogni scuola, contribuendo con i soldi risparmiati dell’IMU sugli immobili della Chiesa, avrebbe fatto un grande passo, degno dei paesi sud americani, che investono sui libri e sulla cultura e che accolgono il matrimonio gay.
Bastava cominciare dal nostro Sud. Non so perché sto ritornando ad essere insofferente come ero da adolescente. Mi interessano molto le religioni, ma non il Vaticano e nemmeno i sindaci delle città. Cerco qualcosa di più autenticamente spirituale.