Via Nosadella, strada stretta, molto complicato. Occupiamo quelle che furono le classi dei bambini sordomuti. Abbiamo conservato le pareti-lavagne, gli uccelli impagliati classificati nelle teche di vetro. Ora abbiamo una vera scuola, le aule, i bagni le biblioteche a scaffale aperto. Piano piano ci sistemiamo. Ci vorrà qualche mese…appena siamo pronte facciamo una festa, una inaugurazione in pompa magna.