Domenica gelida. Sono sola, isolata in campagna, senza auto. Non riesco a rinunciare all’idea della stampa domenicale: Repubblica, Corriere della Sera, La Lettura, Sole 24 ore. Così da tanti anni.
L’edicola più vicina è a due/tre chilometri. Sono le sette e mezza, decido di affrontare il gelo e il buio. Non passa un’anima viva. Cammino prima lenta, poi prendo il ritmo. Arrivo all’edicola e gli amici edicolanti stentano a riconoscermi imbacuccata in un passamontagna nero. Al ritorno provo l’autostop, ma le poche macchine tirano dritto. Finalmente la luce del cancello automatico si accende, ora c’è luce e sono di nuovo a casa. Accendo il fuoco del camino e mi faccio un tè. Mi sento un po’ un’eroina. Ora ho i miei giornali. Repubblica la tengo per ultima. All’ultima pagina di Robinson Simonetta Fiori recensisce il mio libro. Sono sorpresa e capisco che lo ha letto davvero.
Apro il computer e comincio un nuovo libro che ho in testa da qualche mese.